mercoledì 16 marzo 2011

ARRETRATI CONTRATTUALI IN BUSTA PAGA: L'AMMINISTRAZIONE RISPONDE ALLA NOSTRA NOTA DEL 4 MARZO.





In data odierna l'Amministrazione ha risposto alla nostra nota del 4 marzo con la quale chiedevamo spiegazioni rispetto al fatto che per alcune qualifiche non risultavano essere stati messi in pagamento tutti gli arretrati contrattuali.
Nella nota di risposta l'Amministrazione ha confermato per tutte le qualifiche del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, l'applicazione degli aumenti contrattuali per il biennio economico 2008-2009 e la liquidazione delle spettanze arretrate, spettanti dal 1° gennaio 2008, sulla rata stipendiale del mese di marzo.
Relativamente poi alle motivazioni per cui alcune qualifiche andranno a percepire solo poche centinaia di euro arretrate, rispetto alle 1200-1300 medie delle restanti qualifiche, abbiamo appreso, in via informale, che il problema era localizzato alla qualifica degli assistenti amministrativi che per effetto dei concorsi straordinari previsti dal d.lgs. 217/2005 sono transitati nel ruolo dei vice collaboratori amministrativi, il cui stipendio risultava inferiore a quello percepito nella qualifica di assistente amministrativo.  In particolare la tabella C allegata al d.lgs. 217/2005 prevede che:
assistente capo = 17.176,30
assistente capo con scatto convenzionale =17.325,32
vice collaboratore amministrativo-contabile = 16.619,44
pertanto, nella progressione di carriera tale personale avrebbe dovuto percepire assurdamente uno stipendio più basso, se non fosse per la clausula di salvaguardia retributiva prevista dall'art. 174 dello stesso d.lgs. 217, che recita:
"Nelle ipotesi in cui il personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, a seguito delle promozioni alle qualifiche iniziali dei ruoli superiori ovvero delle operazioni di primo inquadramento previste dal presente decreto, consegua, a titolo di assegni fissi e continuativi, ivi compresi gli scatti convenzionali, un trattamento economico inferiore a quello in godimento allo stesso titolo all'atto delle promozioni o degli inquadramenti medesimi, l'eccedenza e' attribuita sotto forma di assegno ad personam pensionabile da riassorbire con i successivi miglioramenti economici. "
In sostanza detto personale ha continuato a percepire la stessa quantità economica, con una differenza sostanziale, e cioè che l'eccedenza era attribuita sotto forma di assegno ad personam pensionabile, ma da riassorbire con i successivi miglioramenti economici.
In pratica, questo assegno ad personam variabile dalle 43€ lorde per i collaboratori amministrativi provenienti dalla qualifica di assistente capo e 54€ lorde per i collaboratori amministrativi provenienti dalla qualifica di assistente capo con scatto convenzionale, sono state assorbite dall'incremento stipendiale previsto, per qualifica di vice collaboratore amministrativo-contabile, dal nuovo contratto di lavoro (DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 19 novembre 2010, n. 251).

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento